Spedizione gratuita per ordini superiori a 49€ 🚚

Espresso, sai perchè si chiama così?

Dal 1951 il nostro impegno nel diffondere la cultura dell’espresso di qualità nel mondo è stato sempre accompagnato da un’incessante ricerca per garantire un prodotto sempre al massimo degli standard qualitativi. Tutto ciò sarebbe vano se dietro la macchina espresso non ci fosse un operatore capace di estrarre un caffè perfetto. Ed è per questo che da sempre facciamo formazione nella nostra accademia, condividendo la nostra esperienza di quattro generazioni. Oggi con la nostra #scuoladicaffè siamo a lezione di caffè espresso. Sai perché si chiama così?

L’Espresso è il caffè che identifica lo stile di consumo italiano per eccellenza

È al bar che consumiamo abitualmente l’espresso, cosiddetto per il suo metodo di estrazione rapido, ottenuto grazie al passaggio di acqua molto calda ad alta pressione attraverso il caffè macinato, con l’ausilio di macchine adatte.

È una bevanda aromatica caratterizzata da una crema di color nocciola tendente alla testa di moro, con riflessi rossicci e striature chiare. Le caratteristiche principali di un espresso italiano di qualità sono: la crema compatta, il corpo pieno, l’aroma intenso e il retrogusto dolce. “Espresso” anche perché è preparato al momento e soprattutto gustato al momento.

La ricetta prevede: 25-30 millilitri di acqua e 7 grammi di caffè macinato sottile e pressato. Non è tutto, però. Infatti, Espresso può definirsi anche il caffè ottenuto con le macchine per cialde e capsule. La rapidità del processo permette di ottenere una bevanda con una quantità minore di caffeina rispetto a una tazzina di caffè preparato con altri metodi di estrazione.

Un’opera d’arte dunque che unisce la tecnica al gusto, la scienza all’amore per un perfetto risultato in tazza, grazie alla preparazione in grado di esaltarne le note vellutate, aromatiche e cremose e di rilasciare sensazioni gustative e olfattive che nessun’altra bevanda riesce a dare. Una piccola magia da gustare in ogni momento.